Vai ai contenuti

Mutui, CRIF: a ottobre +12% la domanda

News

A ottobre 2010 la domanda dei mutui ipotecari da parte delle famiglie italiane registra una significativa ripresa segnando un +12% (dato ponderato sui giorni lavorativi) rispetto allo stesso mese del 2009, tornando su un segno positivo che non si registrava da gennaio 2010. quanto emerge dalle rilevazioni EURISC, il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF, che raccoglie i dati relativi ad oltre 75 milioni di posizioni creditizie. La domanda complessiva dei primi dieci mesi del 2010 rimane comunque ancora inferiore (-2%) a quella del pari periodo del 2009. Risulta invece in aumento rispetto allo stesso periodo del 2008 (+3%) e stabile rispetto al 2007. Analizzando la distribuzion e per fasce di durata, si conferma la crescita della quota parte di domanda di mutui nella classe tra i 20 e i 25 anni, classe che nei primi 10 mesi dell'anno rappresenta quasi il 20% del totale. Ad ogni modo, e' ancora la classe di durata compresa tra i 25 e i 30 anni ad essere quella maggiormente richiesta dalle famiglie italiane, per quanto in calo rispetto al 2009. Relativamente alla distribuzione delle richieste di mutuo in funzione dell'importo, invece, continua la crescita della quota di domanda nelle fasce piu' elevate (oltre i 150.000 euro). A ottobre 2010 l'importo medio calcolato sui primi dieci mesi dell'anno segna una leggera crescita pur mantenendosi sostanzialmente in linea con quello del 2009. Infine, le richieste di mutui fatte in Italia da persone fisiche (italiani o stranieri che fossero) al di sotto dei 35 anni nei primi 10 mesi del 2010 hanno rappresentato il 32,7% del totale mentre la quota nei primi 10 mesi del 2009 era stata leggermente superiore, pari al 33 ,6% del totale. Sia nel 2009 sia nel 2010, l'altra classe in cui si e' concentrata principalmente la richiesta di mutui e' stata quella tra 35 e 44 anni, costante intorno al 33,5% del totale.


Torna ai contenuti | Torna al menu